Sbagliando si impara, dicono

Trovarsi in una stessa situazione, ma con due persone diverse, nel giro di pochi mesi, è qualcosa che mi lascia senza fiato. Non mi rimane fiato di fronte alla mia reiterazione nel sbagliare, nell’agire nel modo sbagliato, in uno strenuo tentativo di conoscere meglio me stessa che ha come conseguenza la sofferenza altrui.

Perché imparare a conoscersi è così difficile?

Sono arrivata a 30 anni pensando di aver capito già tanto di me, e invece mi ritrovo a guardarmi allo specchio e a non riconoscermi, a scoprire lati di me che non avevo mai esplorato. Coraggio, impulsività, auto-critica. Una massa enorme e indigesta che sta qui, davanti a me, in tutta la sua crudezza e l’unica cosa che posso fare è constatarne la presenza e imparare a gestirla. Sbagliando, all’inizio. E’ qui che mi trovo. Nel momento dell’errore reiterato.

E qualcosa di bello, che preservavo con cura e timore, ora si rompe e io mi sento di nuovo persa. D’improvviso questa città perde vita ai miei occhi e mi sento di nuovo sprofondare fino al collo nel pantano dell’impotenza, a guardare un tesoro affondare.

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...